Insegnare la mobilità alle scuole superiori: il nostro piccolo successo a Monza

Durante l’anno scolastico 2018-2019 abbiamo lavorato con una classe di 26 studenti dell’Istituto Geometri di Monza per realizzare il progetto Mo.Bi.Scuo.La.

L’iniziativa di formazione rientra nei finanziamenti previsti dal collegato ambientale 2018 per promuovere forme di mobilità alternativa all’auto negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro.
Il progetto è stato svolto in collaborazione con FIAB Onlus e il Comune di Monza ed è stato un’incredibile occasione per confrontarsi con dei giovani in procinto di conseguire la patente di guida in una sorta di riuscitissimo esperimento sociologico.

Abbiamo iniziato con un paio di documentari, discussi in classe: il primo sui cambiamenti climatici (“Before the Flood” – “Punto di non ritorno” di Fisher Stevens con Leonardo Di Caprio) e uno sui rapporti tra auto e bici nelle città (“Bike Vs Cars” di Fredrik Gertten).

Abbiamo quindi fatto un laboratorio per pensare e ipotizzare una campagna di comunicazione da dedicare alla Città di Monza sui corretti stili di guida e sulla sicurezza stradale.

Quella che segue è una delle 6 creatività realizzate, le altre le trovate nella presentazione a fondo pagina:

Uscita in gruppo sul territorio di Monza.
La prima uscita sul territorio è stata in sedie a rotelle: abbiamo noleggiato 26 carrozzine e abbiamo fatto loro provare in un modo nuovo il tragitto che solitamente effettuano per recarsi a scuola.  L’iniziativa ha sortito l’effetto di far riflettere i ragazzi sulla qualità dello spazio pubblico.

L’intera uscita è stata filmata per realizzare un video:

Nel corso di altri due incontri abbiamo presentato loro le best practice europee in tema di mobilità sostenibile e attiva, con focus rivolto alle infrastrutture ciclabili. E abbiamo portato in classe una psicologa del traffico che ha affrontato con loro il tema della percezione dello spazio, della distrazione e dell’alcool/droghe alla guida.

La seconda uscita è stata dedicata ai rilevamenti sul traffico veicolare in prossimità dell’istituto scolastico.

Con una laser gun abbiamo rilevato le velocità davanti alle scuole (punte di 74 km/h in pieno pomeriggio) e con dei contatori abbiamo verificato quante persone usassero il cellulare alla guida (13% in due strade differenti), il tasso di occupazione delle auto.

Viaggio d’istruzione a Friburgo.


La classe ha partecipato a un viaggio d’istruzione di tre giorni nella città di Friburgo, capitale verde della Germania, dove la mobilità sostenibile è favorita attraverso un efficiente sistema di trasporto pubblico e una rete diffusa di percorsi ciclabili.
Il viaggio di istruzione si è concentrato in particolare sulle scelte urbanistiche del centro e dei quartieri residenziali di Vauban e Rieselfeld in cui gli abitanti possono godere di abbondanza di spazi pubblici destinati alla convivialità e al gioco grazie a strade in cui lo spazio è sottratto alle auto e restituito ai cittadini.

La settimana successiva la gita di istruzione abbiamo portato i ragazzi a percorrere le infrastrutture ciclabili di Monza per valutarne la qualità e il livello di sicurezza. Abbiamo concluso con un laboratorio sull’arroganza dello spazio e con un questionario per una valutazione della percezione delle strade da parte degli studenti e del progetto Mo.Bi.Scuo.La nel suo complesso.

Progetto Educazione alla mobilità scuola superiore Monza di Paolo Pinzuti

Per informazioni o per replicare il progetto, scriveteci, oppure iscrivetevi alla prossima data del corso “Realizzare la Città delle Biciclette”